Nuclear-Powered Battlecruiser Pyotr Velikiy (Infographics)

Donate

Pyotr Velikiy is the Kirov-class nuclear-powered battlecruiser. It’s the flagship of Russia’s Northern Fleet. The Russian designation of Pyotr Velikiy is “heavy missile cruiser”, but Western defense expects use the term “battlecruiser”.

Pyotr Velikiy is one of the world’s largest and most heavily armed surface combatants.

Nuclear-Powered Battlecruiser Pyotr Velikiy (Infographics)

Click to see the full-size image

Donate

SouthFront

Do you like this content? Consider helping us!

  • Daniel Martin

    It’s such a beautiful and powerful ship, I really hope the Russian navy will reactivate the other two ships as well.

    • Jesus

      One of the ships has a significant radioactive leak due to inactivity and lack of maintenance through the 90’s. This ship is a beast, very powerful in the old configuration, Admiral Nakhimov is undergoing modernizations, removing the Granit system, and replacing them with vertical launchers housing, Oniks, Kalibr, and Zircon missiles. The surface to air defenses will be upgraded to the S-400 capability, altogether the ship will have over 300 vertical launchers, a veritable missile platform.

      • Daniel Martin

        I know that one ship is beyond salvage probably due to a reactor problem but what about the third ship?

        • Jesus

          I read reports of both sides of the story, I do not know if a final decision has been made about the third ship. Let’s see how Nakhimov turns out and how expensive the retrofit is, possibly a decision will be made at that point. They are planning on building a heavy destroyer up to 18,000 tons displacement, I see some redundancy between the Kirov and the Leader ships. If the retrofit for the third Kirov would be around one billion, they may go with a brand new Leader destroyer.

  • Bazsi

    How can a nuclear powered ship have range? (other than food provisions) Something wrong with the infographic.

    • In theory it’s unlimited at 20 knots. However, there are enough issues that limit the renage in practice

      • Bazsi

        I was pretty sure in that, but 1850 km is weak for even a frigate.

        • Mahmoud Larfi

          That’s non sense… She’s currently on a 9000+ km trip.

    • sólyomszem

      maybe food for sailors :)

  • Giovanni Netto

    il disegno dove si descrivono le armi è completamente sbagliato!!!! anche la foto della nave è sbagliata!!!!!

    https://uploads.disquscdn.com/images/bcb69d047ae8283be884dd3111e7e079743c66a018ce0ca28e5a82fc89f2b281.jpg

    https://it.wikipedia.org/wiki/Classe_Kirov_(incrociatore_1980)

    Pëtr Velikij (ex Jurij Andropov): entrato in servizio nel 1998 dopo due anni di prove in mare. Sottoposto a lavori di revisione nel 2004, dopo che il comandante della marina russa dichiarò che la nave, a causa delle sue condizioni, sarebbe potuta esplodere in qualsiasi
    momento, rimase nel cantiere di Roslyakovo per alcuni mesi. Tornato in servizio il 1º novembre 2004, è attualmente operativo nella Flotta del Nord.

    L’armamento dei Kirov è pesantissimo e tale da farli considerare, grazie anche alla stazza e alle dimensioni, degli “incrociatori da battaglia missilistici”. Essi, in quanto ad armamenti principali, hanno una batteria sottoponte di missili ipersonici SS-N-19 Shipwreck antinave, 20 in tutto, a prua, mentre come armi antiaeree sono presenti 96 missili SA-N 6 antiaerei a lungo raggio, con 2 radar Top Dome
    per guidare fino a 12 missili (uno Slava ne ha uno solo). Per
    comprendere di che armamenti si tratta, si può ricordare che i missili
    SSN-19 hanno una massa di circa 5500 kg per una lunghezza di oltre 10
    metri, che corrispondono ad una gittata di oltre 500 km, a velocità
    supersonica perché dotati di uno statoreattore. I missili SA-N-6, versione navale dell’S-300 (SA-10 Grumble)
    dell’esercito, hanno una massa di circa 2 tonnellate e una lunghezza di
    6-7 metri, per gittate di 90–180 km e velocità di oltre mach 6. Il loro sistema di lancio consiste in 12 lanciatori da 8 armi l’uno, rotanti sotto la coperta.

    Esistono anche 16 missili SS-N-14 Silex
    ASW/AS, che costituiscono una delle armi più complesse tra i missili
    sovietici, con un siluro ASW da 533 mm e una testata da 300 kg antinave.
    Entro i 55 km di gittata essi hanno una duplice capacità, e in caso di
    attacco contro navi il siluro rimane a bordo e contribuisce, con la testata da 160 kg, ai danni che il missile può causare. Il Silex vola a 400 metri di quota, subsonico, quindi è lento e relativamente vulnerabile. La massa è di 4 tonnellate.

    Per il resto, sono presenti 36 missili SA-N 4 antiaerei a corto
    raggio, 2 tubi lanciasiluri. quintupli da 533 mm e 10 artiglierie
    complessive, 2 cannoni da 100 mm a poppa e 4 coppie di CIWS da 30 mm ciascuna con un radar Bass Tilt per il controllo del tiro. Infine, esistono 2 elicotteri per vari impieghi, ASW e ricognizione.

    Servizio

    Il Kirov mostra qui la parte più interessante di questa classe di navi:
    la prua, con le batterie di missili sottocoperta Silex, SA-N 6 e SS-N 19

    I Kirov hanno avuto una funzione di navi comando e controllo delle
    quattro flotte della Marina Sovietica, ma non hanno avuto molti anni per
    esercitarlo prima della fine dell’URSS.
    Il Leonid Brežnev aveva una torretta da 130 mm binata al posto della
    meno compatta e potente coppia da 100 mm, in seguito sono giunti anche CIWS migliorati e missili SA-N 9 al posto dei 4.

    Gli equivalenti dei Kirov più prossimi tecnologicamente sono gli AEGIS classe Ticonderoga, in quanto basati su armi missilistiche di elevata potenza. Ma i diretti equivalenti sono stati ritenuti invece le Iowa, corazzate rimodernate con limitati interventi costituiti dall’aggiunta di missili Harpoon e Tomahawk, oltre che CIWS Phalanx. Tuttavia, la corazzatura delle Iowa non può offrire molta protezione dalla potenza di un SSN-19. Se si trattasse di un normale, leggero e subsonico SSM come l’Exocet,
    sicuramente i danni sarebbero molto ridotti, ma l’SSN-19 è un ordigno
    supersonico, pesante, e capace di rilasciare un’energia enorme al
    contatto con la nave bersaglio, certamente più simile ai mortali Fritz-X
    tedeschi che ad un’arma antinave occidentale. Inoltre, esistono testate
    nucleari e le funzioni superficie-superficie usualmente disponibili per
    i missili SAM,
    utilizzabili come armi superficie-superficie, rendono i Kirov delle
    navi estremamente pericolose: i SA-N 6, se utilizzabili come armi
    anti-superficie (cosa possibile per i precedenti missili sovietici SAN-1
    e 3, anche perché dotabili di testate nucleari) sono delle armi
    certamente efficaci anche contro una corazzata, sebbene la funzione
    anti-superficie dei missili SAM navali sia un fattore poco studiato e
    dibattuto. I Kirov possono in cambio abbattere con relativa facilità
    (almeno in teoria) i lenti missili delle Iowa, specie i Tomahawk, dotati
    dello stesso motore degli Harpoon ma con una massa quasi tripla.
    Inoltre i missili delle Iowa hanno gittate inferiori, a meno di colpire i
    Kirov ancora nei porti, con i Tomahawk dei modelli da attacco terrestre
    (inizialmente solo nucleari).[senza fonte]